FESR Piemonte - contributi per piattaforme tecnologiche di filiera

FESR Piemonte piattaforme tecnologicheA breve la Regione pubblicherà un bando per il finanziamento di piattaforme tecnologiche di filiera, che coinvolgeranno imprese e centri di ricerca. A disposizione oltre 16 milioni di euro.

> FESR Piemonte - voucher alle PMI per servizi di ricerca e innovazione

Supportato dal POR FESR Piemonte 2014-2020, il bando finanzierà progetti di ricerca industriale e/o di sviluppo sperimentale negli ambiti di innovazione industriale individuati alla Strategia di specializzazione intelligente regionale (S3): automotive, aerospazio, chimica verde, meccatronica, made in, ossia agroalimentare e tessile, e innovazione per la salute.

> Voucher Innovation Manager - cos’e’, come funziona

Chi può partecipare al bando

Potranno partecipare al bando raggruppamenti/aggregazioni, anche temporanei, costituiti o costituendi, di almeno 2 soggetti e massimo 10, indipendenti tra loro, che in forma collaborativa intendano sviluppare progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale: 

  • PMI: la soglia di partecipazione di ciascun soggetto dovrà essere ricompresa tra un minimo del 10% ed un massimo del 70% del costo complessivo di progetto, e comunque cumulativamente non costituire meno del 40% del costo complessivo di progetto;
  • organismi di ricerca, che dovranno sostenere cumulativamente non più del 30% dei costi complessivi ammissibili, qualora presenti nel partenariato con ruolo “istituzionale”. Vista la finalità della di Piattaforma, volta a privilegiare iniziative di disseminazione e trasferimento tecnologico, l’orientamento è di favorire tale partecipazione secondo un profilo di fornitura di servizi (ricerca contrattuale) e non di partner;
  • grandi imprese, che dovranno sostenere cumulativamente non più del 40% dei costi complessivi ammissibili, dando dimostrazione che la loro partecipazione riguardi l’adozione di soluzioni innovative orientate a favorire l’interoperabilità dei propri sistemi di produzione con quelli delle imprese appartenenti alla medesima filiera/dominio produttivo/catena del valore.

Cosa finanzia il bando

Sono ammissibili le tipologie di spese riconducibili alle attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, con particolare riferimento alle attività di sviluppo avanzato rispetto all’ingresso sul mercato, nonché dotate di prospettive di vita utile significativa (final market adaptation, progetti pilota, prototipazione, dimostrazione, validazione precoce dei risultati, linee pilota, etc.). I progetti dovranno, comunque, presentare spese prevalenti riconducibili all’intervento di sviluppo sperimentale (inclusa la parte dimostrativa).

Con riferimento al livello di maturità della tecnologia (Technology Readiness Level – TRL) in ingresso, gli interventi dovranno dimostrare di possedere un TRL almeno pari o superiore a 3 relativamente a processi e prodotti parzialmente sviluppati, collaudati o dimostrati in modo tangibile a livello prototipale e conseguire un TRL in uscita superiore pari a 6.

L'investimento minimo per progetto presentato deve essere superiore a 3 milioni di euro e inferiore a 10 milioni di euro; l'agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto.

Cos’e’ il Fondo Nazionale Innovazione

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.