UE: come partecipare al concorso Giovani Traduttori

Concorso Giovani TraduttoriBruxelles lancia la la tredicesima edizione del concorso annuale Giovani Traduttori - Juvenes Translatores: gli studenti delle scuole superiori possono registrarsi online per competere con altri coetanei in tutta Europa.

> Formazione – come partecipare ai tirocini brevi alla Commissione UE

Concorso e padronanza delle lingue comunitarie

Il concorso Giovani Traduttori, organizzato dalla direzione generale della Traduzione della Commissione europea dal 2007 ad oggi, mira a promuovere l'apprendimento delle lingue nelle scuole e ha lo scopo di far avvicinare i giovani al ruolo del traduttore.

È aperto agli studenti diciassettenni delle scuole secondarie superiori e si svolge lo stesso giorno contemporaneamente in tutte le scuole dell'UE selezionate.

Per poter partecipare al concorso di quest’anno, gli studenti che decideranno di partecipare dovranno tradurre un testo su come i giovani possono contribuire a plasmare il futuro dell'Europa.

"In Europa siamo felici di poterci parlare e di capirci in molte lingue diverse. È bello vedere che i giovani apprezzano i benefici derivanti dalla padronanza delle lingue straniere e che sono desiderosi di impararne altre", ha affermato Günther H. Oettinger, Commissario europeo responsabile per il Bilancio e le risorse umane, a proposito della competizione.

> UE – opportunita’ di tirocinio per giovani laureati

Come si svolge la competizione

La procedura per partecipare a Giovani Traduttori si compone di più fasi.

Nella prima, le scuole secondarie di tutti gli Stati membri dell’UE sono invitate a registrarsi online, compilando l’apposito modulo, entro le ore 12.00 del 20 ottobre 2019.

Verranno quindi selezionate, da parte della Commissione UE, 751 scuole di ciascuno Stato membro tramite un sorteggio automatizzato e casuale. Il numero delle scuole partecipanti di ciascun paese corrisponde al numero di seggi del paese al Parlamento europeo. 

Nella seconda fase ogni scuola comunicherà i nominativi di un massimo di cinque studenti nati nel 2002, che a loro volta indicheranno le lingue da cui e verso cui intendono tradurre, scegliendo fra le 24 lingue ufficiali dell'Unione europea.

Il concorso si svolgerà il 21 novembre 2019 e le prove di traduzione si svolgeranno simultaneamente in tutte le scuole partecipanti. A partire da quest'anno il concorso sarà online.

Alla fine delle prove, le traduzioni saranno valutate da una giuria composta da traduttori della Direzione generale della traduzione della Commissione europea, che sceglierà la migliore traduzione di ciascuno Stato membro. I vincitori, uno per paese, saranno annunciati all’inizio di febbraio e saranno premiati nella primavera del 2020 nel corso di una cerimonia speciale che si terrà a Bruxelles.

> Fondi UE - Erasmus+, il work programme 2020

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.