Strategia Ue R&I: Trueman di Sapienza Innovazione, puntare su ecosistema

InnovazioneStephen Trueman, direttore del Consorzio Sapienza Innovazione, commenta su Fasi.biz la comunicazione sulle attività di ricerca e innovazione pubblicata ieri dalla Commissione europea.

Il documento della Commissione individua tre azioni prioritarie per aumentare il contributo delle attività di ricerca e innovazione alla ripresa:

  • ottimizzare l'uso della spesa pubblica attraverso la previsione di un bilancio pluriennale dedicato sia alle attività di ricerca che a quelle di innovazione;
  • ridurre gli oneri amministrativi per i programmi di R&I;
  • creare nuovi partenariati tra le imprese e gli enti pubblici impegnati in attività di ricerca e innovazione.

La comunicazione parla della necessità di migliorare l'allocazione dei fondi e la qualità degli investimenti e di riformare i sistemi nazionali di ricerca e innovazione sulla base delle caratteristiche di ciascuno Stato membro, favorendo l'accesso delle imprese ai programmi di R&I. Tra le proposte, anche il passaggio da programmi con obiettivi definiti in termini di discipline scientifiche e aree tecnologiche e industriali a target relativi alle principali sfide sociali contemporanee.

Secondo Trueman, però, anche se la comunicazione si propone come una nuova strategia, i temi individuati nel documento non rappresentano una novità. In realtà, prosegue, una strategia per stimolare e sostenere le attività di R&I a livello europeo dovrebbe lavorare "sull'ecosistema dell'innovazione".

Per Trueman, il punto non è sostenere "la singola innovazione" o la nascita di "soggetti nuovi". Si tratta, piuttosto, di "pensare ad azioni che aiutino a sviluppare l'ecosistema di ogni regione", cioè le relazioni tra i soggetti, dalle università e gli organismi di ricerca al mondo imprenditoriale, già esistenti. Ad essere decisive, conclude Trueman, sono infatti le attività di comunicazione, coordinamento e supporto nei confronti di chi vuole fare innovazione.

Links
Communication: Research and innovation as sources of renewed growth

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.